Traduci
Il contadino a casa tua!

Prodotti vegani Saporilandia


Prodotti vegani che sposano in maniera totalizzante gli intendimenti e le scelte culturali che stanno alla base del “veganesimo”.

Cultura vegana, cioè esclusione parziale o totale di prodotti animali. Un tema delicato e attuale, molto seguito anche dall’ambito scientifico.

Richiede consapevolezza delle differenze e delle necessità di ognuno, soprattutto in termini nutrizionali ed energetici.

Vegetariani, cioè coloro che accettano di mangiare alimenti prodotti da animali come uova o miele. Vegani, cioè coloro che per scelta etica o di dieta hanno deciso di non assimilare nulla chge provenga dal regno animale.

La diffusione del veganismo sta crescendo in maniera esponenziale anche per gli evidenti benefici conclamati da esperti nutrizionisti e salutisti.

I prodotti vegani vengono realizzati senza ingredienti o componenti di origine animale e in nessun modo riconducibili a sfruttamento animale o sperimentazioni sugli stessi.

Prodotti vegani annoverati nella linea di alimenti proteici a base vegetale (non contengono proteine animali) che sono rivolti a chi cerca valide e sostanziose alternative alimentari.

E’ assolutamente indicato consumarli quotidianamente poiché garantiscono un’alternativa ai prodotti a base di carne. Parliamo nello specifico di prodotti realizzati con ingredienti provenienti dalla terra, spesso biologici.

Biologici per una ormai diffusa ed erronea concezione che BIO è meglio. Anche se in realtà è solo un marchio e ciò che fa un alimento sano è il luogo e il modo in cui viene coltivato, nutrito, curato, raccolto e se necessario lavorato.

La dieta vegana, è bene ricordarlo, si sviluppa nell’Inghilterra dell’immediato dopoguerra ed elimina dalla tavola ciascuno dei prodotti di origine animale.

I vegani, infatti, decidono di non alimentarsi con ingredienti derivati in modo diretto o indiretto dagli animali.

La dieta vegana si basa sull’utilizzo di alghe e soia, cereali e derivati, legumi e derivati, frutta e verdura, semi e germogli.

La preoccupazione cui ci si rifà rispetto la dieta e al regime alimentare vegano è quella di appurare una carenza di alcune sostanze specifiche e di una serie di privazioni nutrizionali quali la vitamina B12.

Diventa necessario, quindi, attingere altrove per colmare la lacuna. Uno dei modi più efficaci per compensare è quello di mangiare alimenti alternativi quali lieviti, alghe o latte vegetale.

Inserisci qui il tuo commento o la tua valutazione.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: